Dintorni

Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea Terme è una bellissima località pugliese situata su una scenografica scogliera a picco sul mare. E’ una meta turistica rinomata, famosa per le sue acque termali, sulfuree e salsoiodiche e per il suo mare cristallino.

Si trova a 48 km a sud di Lecce in una posizione privilegiata, da dove, nelle giornate più limpide, è possibile vedere all’orizzonte le catene montuose dell’Albania. Lo scenario naturale che circonda la cittadina è magnifico. Le alte scogliere a strapiombo sulle acque blu danno origine a grotte e anfratti tutti da scoprire, un vero paradiso per gli amanti delle immersioni.

Santa Cesarea, apprezzata soprattutto nel periodo estivo per le vacanze, è una cittadina che si è sviluppata in verticale e dà l’impressione di essere stata costruita a strati. Nella parte più bassa si trovano lo stabilimento balneare Caicco, direttamente sugli scogli, e il centro termale. Da qui attraverso la costa rocciosa si può arrivare al mare.

Quella di mezzo è la parte delle ville, costruzioni che risalgono alla fine dell’Ottocento, volute dai nobili dell’epoca. E’ una parte della città elegante e ricca di abitazioni in stile liberty e dal sapore orientale.

La parte più alta di Santa Cesarea è costituita ancora da abitazioni e da strette viuzze nella quale predomina la chiesa trecentesca del Sacro Cuore. Salendo ancora si può raggiungere il Belvedere, un posto incantevole dove lo sguardo arriva fino a Santa Maria di Leuca.

La costa e il mare

Un ambiente naturale mozzafiato è la cornice che circonda Santa Cesarea Terme. La città si estende su uno sperone di roccia su un grande piano che poi si affaccia sulle ripide e alte scogliere.

Il canale d’Otranto la circonda, con il suo mare dai riflessi cangianti. La natura selvaggia e incontaminata rende questa località una terra tutta da scoprire, con calette, gole e faraglioni dalla bellezza assoluta.

Lo sanno bene i numerosi turisti che la scelgono come destinazione delle loro vacanze da aprile a dicembre, anche grazie ad un clima mite e piacevole.

La storia di Santa Cesarea Terme

Leggende e tradizioni popolari si alternano nella storia della città. In realtà essa venne fondata ufficialmente soltanto nel 1913 con la fusione delle frazioni di Vitigliano e di Cerfignano.

Infatti anche se esistevano ed erano già attive le terme, fino al secolo scorso non c’era un centro vero e proprio perché la conformazione della zona non favoriva la nascita della città.

La santa patrona è Santa Cesarea che si festeggia l”11 e il 12 settembre. Si tratta di una devozione molto antica che richiama in città numerosi fedeli.

Monumenti e luoghi d’interesse

A Santa Cesarea si trovano diversi siti di interesse storico-culturale che meritano una visita. Accanto agli edifici religiosi si possono vedere alcune delle ville ottocentesche e le torri costiere.

Chiesa Madre del Sacro Cuore

Fu edificata nel XIV secolo laddove si crede morì la Vergine Cesaria. Nel 1924 venne però ricostruita dai Frati Minori e diventò parrocchia nel 1954. Dal carattere austero all’esterno, la chiesa del Sacro Cuore presenta all’interno tre navate e conserva la statua in cartapesta di Santa Cesaria Vergine.

Villa Raffaella

Oggi questo edificio, molto stravagante e insolito, è una struttura ricettiva. La villa venne progettata da Emilio Corti, architetto che lavorò anche alla costruzione dell’edificio delle Terme.

Villa Raffaella
Di LupiaeOpera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento.

Risale alla metà dell’Ottocento ed è un edificio dal carattere altisonante: archi, colonne, balaustre e la torretta ottagonale la rendono particolare. Anche gli interni sono di pregio, con volte e decorazioni a stucchi.

Villa Sticchi

Questa struttura architettonica è un bell’esempio dello stile moresco, molto diffuso in passato nella zona del Salento. Sorge a soli 20 metri s.l.m. e fu costruita tra il 1894 e il 1900.

Villa Sticchi
Di LupiaeOpera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento.

All’esterno la prima cosa che si nota è la grande cupola, in passato contorniata da altre quattro più piccole disposte sulle torri angolari. Oggi restano poche tracce degli arabeschi e dei motivi floreali pitturati in rosso, bianco e azzurro sulla facciata. La cupola era ricoperta da motivi geometrici con intonaci riflettenti la luce, come prevedeva lo stile orientale.

Internamente lo stile è sobrio con i vani che si sviluppano lungo un asse. Molto pregiati i pavimenti in mosaico che presentano disegni geometrici.

Palazzo Tamborino

Palazzo Tamborino prende il nome dal senatore Vincenzo Tamborino che lo fece costruire agli inizi del XX secolo. E’ chiamato anche Palazzo Miramare e sorge a picco sulla scogliera. Dispone anche di un accesso indipendente al mare.

Palazzo Tamborino
Di PolalzOpera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento.

Torri Costiere

Le torri costiere di avvistamento furono costruite come punto di difesa dagli attacchi provenienti dal mare. Risalgono tutte al XVI secolo, furono volute da Carlo V e sono quattro: Torre Santa Cesarea, Torre Specchia di Guardia, Torre Miggiano e Torre Minervino.

Torre Santa Cesarea
Di GpizzutiOpera propria, CC BY-SA 3.0, Collegamento.

Terme

La fama di Santa Cesarea è dovuta alle sue terme che consistono in quattro grotte termali naturali dalle quali sgorgano acque iodiche, sulfuree e clorurate. Sono tutte comunicanti con il mare e hanno temperature variabili. Si tratta delle grotte Gattulla, Sulfurea, Fetida e Solfatara.

Il primo stabilimento termale fu inaugurato nel 1910 anche se l’origine delle terme è molto più antica. L’acqua che sgorga intorno ai 30° viene portata ad una temperatura di 36 – 37° e viene così utilizzata per le varie terapie.

Le proprietà terapeutiche di fanghi e bagni termali sono utili al trattamento di varie patologie tra cui quelle respiratorie, dermatologiche e reumatiche. Efficaci anche i trattamenti estetici e antistress.

Come raggiungere Santa Cesarea Terme

Santa Cesarea Terme è raggiungibile soltanto in auto o in autobus. Se si arriva in aereo all’aeroporto di Brindisi bisogna poi servirsi della navetta bus o noleggiare un’auto.

In treno è consigliato l’arrivo a Lecce per poi continuare sempre in treno con la linea Ferrovie Sud Est fino a Poggiardo. Da qui si può arrivare a Santa Cesarea prendendo un bus. In estate è molto attivo ed efficiente il servizio Salentoinbus che funziona a pieno ritmo da giugno a settembre.

In auto prima di arrivare a Lecce bisogna seguire le indicazioni per lo svincolo della tangenziale per Maglie, proseguire per Poggiardo e poi si giunge a Santa Cesarea. Esiste anche un percorso costiero più lungo ma più bello che consiste nel percorrere la costa da Lecce a San Cataldo seguendo la litoranea in direzione Otranto.

Foto copertina by Di Laurent Massoptier, https://www.flickr.com/people/loloieg/ http://loloieg.free.fr/blog/index.phphttps://www.flickr.com/photos/loloieg/201848801/, CC BY-SA 2.0, Collegamento.

Attività consigliate

E’ possibile svolgere una visita guidata di Santa Cesarea Terme con una guida turistica che vi accompagnerà in un tour di 2 ore. Cliccando sul widget che segue leggerete informazioni più dettagliate sul percorso e potrete prenotare la visita se la riterrete di vostro gradimento.

Dove alloggiare a Santa Cesarea Terme

Nella mappa di seguito l’icona gialla indica la posizione di Santa Cesarea Terme. I rettangoli blu con i prezzi in euro rappresentano le strutture alberghiere presenti nella zona. Basterà passarci sopra con il mouse per leggere nome, voto e il numero di recensioni ottenute. Cliccando avrete accesso alla scheda di ciascuna struttura sul sito di Booking. Usando i tasti + o potrete zoommare la mappa e visualizzare altri hotel.



Booking.com

Proudly powered by WordPress Copyright © 2019 otrantovacanza.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi