Consigli

Le migliori spiagge libere

Chiunque volesse concedersi una gita a mare nei pressi di Otranto potrebbe scegliere tra i lidi e le spiagge libere. Sia nell’uno che nell’altro caso l’offerta è abbondante e più che soddisfacente.

Ma, ammesso anche che per concedersi una refrigerante immersione nelle acque cristalline di questo tratto di Adriatico non si abbia intenzione di pagare un ticket di ingresso agli stabilimenti balneari, o che l’albergo in cui si soggiorna non garantisca l’accesso ad una piccola porzione privata di litorale, quali sono le migliori spiagge libere del posto? Vediamolo insieme.

Il mare ad Otranto

Le amministrazioni locali succedutesi nel corso degli anni hanno sempre posto particolare attenzione alla cura ed alla salvaguardia della zona costiera di Otranto. Del resto la presenza di un gran numero di strutture ricettive, l’ospitalità della gente del luogo e Madre Natura, hanno sin da subito fatto di questa porzione della penisola salentina, una zona a chiara vocazione turistica.

Le proposte, per quanto riguarda quindi le spiagge libere ben organizzate e piacevoli da visitare, sono davvero tante, tante che in questa sede non è possibile far altro che dare uno sguardo d’insieme e selezionare tra le tante disponibili le migliori in assoluto seguendo un itinerario che vada per nostra comodità da Sud a Nord.

Porto Badisco

Sicuramente si tratta di una delle migliori spiagge libere di Otranto e comunque della più meridionale tra quelle che terremo qui in considerazione: stiamo parlando di Porto Badisco.

L’arenile si trova a poco meno di una dozzina di chilometri da Otranto (muovendovi con mezzi privati lo raggiungerete insomma più o meno in una quindicina di minuti) lungo la SP 87.

Le coste qui sono generalmente rocciose ma vengono spesso intervallate da calette sabbiose caratteristiche del luogo. Porto Badisco altro non è che un fiordo dall’aspetto vagamente nordico, mediterraneo invece nel clima e nei colori.

Baia dei Turchi

La Baia dei Turchi si trova pochissimi chilometri più al nord di Otranto. Qui potrete immergervi in acque azzurre e cristalline, ma anche nella storia locale. A quanto pare, proprio da questa spiaggetta i soldati ottomani riuscirono ad introdursi nella città depredandola e radendola al suolo. Era il 1480 e per circa un anno Otranto sarebbe rimasta in mano agli invasori, sin tanto che gli Aragonesi non fossero riusciti a riappropriarsene.

Per raggiungere questa insenatura è necessario posteggiare l’auto in uno dei parcheggi custoditi che precedono la vicina pineta e muoversi quindi rigorosamente a piedi.

Zona laghi Alimini

La zona dei laghi Alimini è ricca di spiagge private e libere. Le spiagge degli Alimini sono formate da una battigia morbida ed invitante caratterizzata da sabbia bianca finissima. In questa zona potrete anche effettuare delle gite ai vicini laghi (purtroppo non balneabili) o nelle pinetine che delimitano l’arenile.

Ancora una volta, per poter raggiungere il mare, dovrete procedere a piedi subito dopo aver lasciato la macchina posteggiata nelle apposite aree di sosta.

Un consiglio: sappiate che un’ampia porzione di queste spiagge è di proprietà privata di alberghi e resort sorti proprio sulla costa. Se pensate di recarvi a mare nelle ore o nelle giornate di punta tentate direttamente altrove. Lo spazio disponibile per le spiagge libere qui è poco e conquistare una porzione di battigia per stendere il telone ed installare l’ombrellone potrebbe rivelarsi, almeno in alcuni momenti, parecchio difficoltoso.

Torre Sant’Andrea

Ammettiamo che, scoraggiati da quanto appena affermato a proposito delle spiagge libere dei Laghi Alimini, stiate cercando un’altra zona in cui piantare l’ombrellone. Bene, procedete per circa 7 chilometri in direzione nord e fermatevi a Torre Sant’Andrea (detto anche Sant’Andrea). Qui troverete soltanto spiagge libere e calette sabbiose.

Anche in questo caso però dovrete percorrere un tratto a piedi prima di poter arrivare all’arenile.

Torre dell’Orso

Prolungando il vostro tragitto di soli 3 Km invece giungerete a Torre dell’Orso, un tratto costiero ad evidente vocazione turistica.

Si tratta di una baia contornata da rocce in cui si alternano lidi e tratti di spiaggia libera. Questa insenatura, anche nel caso in cui la giornata sia soleggiata ma ventosa, vi darà modo di godere dello splendido mare salentino dato che la particolare conformazione della zona fa sì che le acque, a meno che non si verifichino stravolgimenti climatici degni di nota, restino sempre calme.

Proudly powered by WordPress Copyright © 2019 otrantovacanza.it.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Maggiori informazioni se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi